1 / 1 – orchestra della Toscana - Servillo

Orchestra della Toscana

Teatro Politeama

mercoledì 10 aprile
turno Concertistica


ORCHESTRA DELLA TOSCANA

direttore Maxime Pascal
voce recitante Peppe Servillo
R. STRAUSS – Il Borghese gentiluomo op.60
BARTÓK – Musica per archi, celesta e percussioni Sz.106 BB114


Un programma che costeggia il teatro. Perché solista di questo concerto non è uno strumentista, ma un cantante in veste, stavolta, di attore: Peppe Servillo, che riassume in sé tutte le parti del Borghese gentiluomo di Molière. Il frontman degli Avion Travel ne ha infatti riscritto il testo con lo scopo di innestarlo nelle musiche di scena che Richard Strauss compose per la commedia secentesca nel 1912. Il Borghese gentiluomo è una satira sferzante dei nuovi ricchi che si atteggiano a gran signori con risultati ridicoli, ma è pure una critica dell’etichetta in uso alla corte di Luigi XIV. Il concerto affronta anche la Musica per archi, celesta e percussioni dell’ungherese Béla Bartók (1936) che sviluppa il principio della spazialità del suono attraverso la disposizione “stereofonica” di una doppia orchestra d’archi, con i restanti strumenti collocati al centro.

Sul podio il francese Maxime Pascal, uno dei più entusiasmanti, versatili e visionari artisti della sua generazione, vincitore, nel 2014, del concorso per giovani direttori “Nestlé e Festival di Salisburgo” e fondatore dell’orchestra Le Balcon, dedita all’integrazione tra la musica e le più avanzate tecniche di riproduzione del suono. Di recente ha battezzato alla Scala la nuova opera di Salvatore Sciarrino Ti vedo, ti sento, mi perdo.